Sardegna Ricerche, in collaborazione con l’Assessorato dell’Industria della Regione Sardegna, sta promuovendo la partecipazione di 11 startup sarde all’edizione 2020 del Web Summit 2020, il più importante evento annuale europeo dedicato alla tecnologia e all’innovazione digitale.

L’edizione 2020 è straordinaria per tanti motivi, proprio come l’anno in corso. Il primo e più importante è che la manifestazione, per via dell’emergenza sanitaria, si svolgerà esclusivamente online: dal 2 al 4 dicembre si prevede che oltre 100.000 persone provenienti da 150 paesi si collegheranno per seguire i seminari e le attività formative, oltre che per stringere relazioni e creare alleanze e partenariati. Sono previsti gli interventi di oltre 800 relatori tra i quali segnaliamo Eric Yuan, Ursula von der Leyen, Tim Berners-Lee e Arianna Huffington e la presenza di più di 1.250 investitori.

Sardegna Ricerche fornirà alle 11 startup che hanno aderito all’iniziativa un pacchetto comprendente 3 biglietti per accedere ai contenuti dell’evento e una serie di altre opportunità con l’obiettivo di portare sui mercati internazionali i loro prodotti e servizi.

Le 11 startup sarde partecipanti provengono da settori molto diversi, ma hanno in comune l’innovatività dei prodotti e servizi presentati. Si va dall’agrifood coniugato con varie tecnologie digitali di Agrenta, Birdi, Inventu e QualityFind all’intelligenza artificiale di Bautiful e Smart Sensory Solutions. Spaziano nel mondo dell’e-commerce Goomood e Certy, mentre Art Backers applica la tecnologia della blockchain al mondo dell’arte. Ancora Healthy Virtuoso mette in comunicazione il settore della salute con quello dell’ICT e infine Jiku si colloca tra marketing e settore dell’educazione.

 
Birdi
Si occupa di monitoraggio ambientale grazie all’utilizzo di tecniche di telerilevamento, agricoltura di precisione e cartografia digitale. La principale applicazione dell’impresa, presentata al Web Summit, fornisce un sistema di supporto alle decisioni (DSS) in campo agricolo utilizzando tecniche di agricoltura di precisione. L’obiettivo è favorire una gestione intelligente per le aziende agricole con lo scopo di ottimizzare i rendimenti e migliorare la sostenibilità climatica, ambientale, economica, produttiva e sociale.